Tendenza e sensualità: le origini della Jumpsuite

Negli ultimi due anni abbiamo abusato della parola tuta adottando questo indumento non solo per stare in casa, ma anche per andare in giro e, di fatto, come ben sappiamo questo tipo di vestiario è entrato a far parte della moda come vera e propria tendenza.

Quando ci riferiamo alla tuta, solitamente usata in casa, pensiamo subito al mondo sportivo quindi dove le parole d’ordine sono: comodità, felpa e pantaloni, ma in realtà la tuta è nata come pezzo unico.

L’origine del nome risale al 1919 dall’italiano Ernesto Michahelles; il capo era costituito da tasche e cintura indossabile tutti i giorni e creato proprio per contrapporsi alla moda borghese dell’epoca.
Prima di diventare un capo ambito anche nell’alta moda veniva utilizzato per proteggere gli operai durante il lavoro, proprio perché copriva tutto il corpo.

Nata con questa intenzione pratica e un po’ anticonformista, l’idea della tuta venne presto apprezzata anche dalla borghesia fiorentina che la rese un capo d’elite.

Oggi nella moda viene spesso indicata con il termine jumpsuite che era il termine utilizzato per indicare la mise dei paracadutisti; invece, per una tuta molto più aderente, viene utilizzato catsuit, proprio per fare riferimento a qualcosa di aderente e agile, un po’ come la tuta indossata dalla famosissima Catwoman, icona della sensualità.

Una volta superati i confini del pregiudizio ed essere stata accettata come vero e proprio outfit, la tuta non ha tardato a spopolare; l’avvento più grande è arrivato quando anche le grandi star hanno indossato nelle foto sui magazine o nei video, personaggi come : Britney Spears, David Bowie o Madonna.

                                                                                 

Ciò di cui siamo certi è che da quando sono entrate nel cuore delle persone, queste tute, non l’hanno mai lasciato. È una tendenza che ritorna in voga sempre a distanza di qualche anno o semplicemente, magari, non se n’è mai andata.

Come ogni trend bisogna certamente informarsi su come portarlo per dare il giusto tocco di charme al proprio stile.
Molti potrebbero pensare che le jumpsuit siano adatte solo a certi tipi di fisico, ma al contrario ce ne sono per tutti i gusti!

Vediamone alcuni!

Bianco per alzare
Se volete guadagnare qualche centimetro di altezza, la soluzione è puntare su una palette neutra con colori chiari, per esempio con una tuta bianca. L’effetto ottico sarà il punto di forza!

Fantasia per le “petite”
Se siete minute e volete distogliere l’attenzione dalla statura, puntate su delle stampe così da ipnotizzare con il tessuto!


Colori accesi per stature top
Chi al contrario ha un’altezza notevole, può regalarsi delle tute in colori super accesi; rosso, fucsia, blu elettrico, perfetti per dare un tocco “scherzoso” e non intimorire.
Questi sono solo alcuni esempi di come in realtà questo tipo di indumento possa essere sempre versatile, sia per i colori che per la bodyshape.

La tuta one piece non ha confini, né nella forma né nella moda! In voga già nel 2021 rimane uno dei capi più amati anche per il 2022, in particolare per l’inverno, ma siamo certi si faranno apprezzare anche nelle prossime stagioni puntando sul tessuto giusto!
Vi sentite anche voi delle catwoman? Visitate il nostro sito lalselection.com per scoprire una sezione dedicata interamente alle nostre amate tute!









Fonti:
https://www.harpersbazaar.com/it/moda/tendenze/a38001617/moda-inverno-2022-tute-intere/
https://www.vivacemoda.com/street-style/tuta/
https://www.cosmopolitan.com/it/moda/tendenze/g37720632/tute-inverno-2022-in-tendenza/
https://www.donnamoderna.com/moda/jumpsuit-a-chi-sta-bene-e-quale-indossare-in-base-al-fisico
https://www.thelittlevain.com/2021/04/14/i-look-piu-iconici-di-britney-spears/