Storia della Pelle : tutta la grinta in un unico tessuto

Abbiamo capito che il 2021 è l’anno delle persone audaci. Le tendenze e i colori che ci forniscono non sono di certo per chi vuole passare inosservato.
Come abbiamo visto vanno i colori forti, accesi, che accompagnano sempre un look grintoso!

E cosa vi viene in mente quando parliamo di grinta?
Per me la risposta è una sola: PELLE!

Ebbene si, parliamo degli amati outfit in cui il tessuto principale ci fornisce un look “break the rules” a tutti gli effetti.

Da sempre ricondotti a chi vuole essere un po’ controcorrente, a chi è ribelle e innovativo, a chi si rifà ai look delle sue rock star preferite, quest’anno trova il via libera al suo spirito eccentrico.

Ogni tendenza ha sempre un capo riconosciuto come il suo “must have” e possiamo dire, senza ombra di dubbio, che in questo caso sia l’amatissimo giubbotto in pelle.


Dai tempi di Grease abbiamo sempre aspirato ad avere il nostro amato “chiodo”; i “T-birds” per i ragazzi e le “Pink ladies”, per le ragazze, hanno ispirato generazioni e fatto conquistare a questo capo un vero e proprio podio all’interno della moda, diventando uno dei più desiderati (e acquistati) da molti anni a questa parte.

L’origine del giubbotto in pelle risale addirittura al 1905;
Londra, inaugurazione del negozio “Allweathers”, la campagna pubblicitaria rappresentata dallo slogan: “Leather motor clothing for ladies” dove la modella indossa un corsetto bianco abbinato a pantaloni in pelle e stivali da motociclista. La pelle è entrata ufficialmente a far parte della moda.

La storia della giacca in pelle ha avuto un crescendo incredibile, passando attraverso icone come James Dean e Marlon Brando nei film degli anni ’50-’60, entrando a far parte anche del mondo della musica con Elvis Presley e Jimmy Hendrix.
Rappresentanti di ogni movimento, ribelle o no, hanno dato il loro contributo alla diffusione di questo capo, dai bikers ai greasers, che abusavano della brillantina, fino ad arrivare a Woodstock
dove dopo un primo momento in cui si è visto l’uso di pelle chiara per il giubbotto, si ritorna alle origini in nero negli anni ’70 con tanto di borchie e inizio del movimento punk.

È arrivata la vera ribellione. Fu Vivienne Westwood che ispirata dallo street wear dell’epoca, riuscì a fare del giubbotto di pelle una vera tendenza.

Nel tempo la pelle, come tessuto, prende sempre più spazio nelle collezioni di molti stilisti. Yves Saint Laurant negli anni ‘90 sarà il primo a dedicare un’intera collezione ai capi in leather.

Insomma, grazie a questi grandi icone, oggi abbiamo possibilità di vestirci trasmettendo gli stessi ideali che hanno rappresentato e per cui hanno lottato altre persone nel tempo. Non solo per gli uomini, ma soprattutto per le donne poter indossare un tessuto così estremamente “ribelle” è stata una vera conquista!

Non so voi, ma personalmente non posso più fare a meno di questo genere nel mio guardaroba!
Su lalSelection.com troverete tantissime idee per avere dei look da urlo! Date un’occhiata!













Fonti:
https://www.stilemillelire.com/giacca-pelle-nera-icona-ribelli-anni-50-storia-chiodo/
https://www.fashionaut.it/fashion/giacca-pelle/