Sfilata Valentino Haute Couture a Roma

Qualche giorno fa ha avuto luogo l’attesissima sfilata di Valentino Haute Couture Autunno Inverno 2022-2023; spettacolare come sempre, con una passerella che andava dalla scalinata di Trinità dei Monti a Piazza di Spagna fino a Piazza Mignanelli, dove si trova la sede della maison di Valentino, che è stata fondata nel 1959 da Valentino Garavani e che ora è disegnata da Pierpaolo Piccoli, il direttore creativo dal 2016.

 

Uno stuolo di celebrità si sono vestite in #PinkPP, colore creato appositamente per la sfilata, che sta a rappresentare un voler rovesciare un sistema stereotipato, in cui si considera il mondo o bianco o nero, e non solo: Anne Hathaway, Kate Hudson, Elodie, Laura Pausini, Alessandra Mastronardi, Naomi Campbell e molte altre hanno presenziato in total look Valentino facendosi portavoce dell’ineccepibile contemporaneità che oggi il marchio rappresenta nel mondo. Sembrerebbe che niente è cambiato da quel 1959 eppure, è tutto diverso. Ed è solo “The Beginning”, come vuole chiaramente illuminarci lo stilista scegliendo questo nome, così rappresentativo, per la sfilata.

 

Il direttore creativo ha deciso di portare in passerella una collezione che immortala ciò che necessita di essere al centro di tutto ossia la bellezza frutto della sensibilità umana. E non parliamo solo della bellezza femminile e nemmeno di quella maschile; semplicemente, tutta la bellezza umana.

La persona viene messa al centro di questa sfilata, in ogni sua sfaccettatura, in qualsiasi corpo le sia stato destinato dalla natura. Già nella precedente collezione Valentino Haute Couture Primavera Estate 2022 – Anatomy of Couture, Pierpaolo Piccoli ha deciso di affrontare l’argomento dell’inclusvità, riportato anche in questa collezione.

Genere, età, sesso e anatomia: nel nome della diversity ogni distinzione viene annullata completamente.

Si è celebrato in primis un fiore che è emblematico nell’archivio della maison Valentino: la rosa. Lavorata interamente a mano, usata come codice identificativo della griffe, che annulla qualsiasi tipo di distinzione tra maschio e femmina.

Nella palette di Pierpaolo Piccoli, per le tendenze Autunno/Inverno 2022- 2023, il verde lime si indossa con il borgogna, il rosso con il turchese, il viola con l’arancione.

Le modelle hanno sfoggiato la loro sensualità ed eleganza, attraverso vestiti corti, gonne tempestate di piume e corpetti con gioielli preziosi. Le calze a rete sono state presenti su quasi tutte le modelle, impreziosite da minuziosi cristalli applicati, grazie ai quali brillavano di luce propria.

Ai piedi décolletes con dettagli come fiori e piume. Come copricapo invece, sono stati sfoggiati dei caschi floreali.

Cascate di paillettes e lustrini illuminavano la donna Valentino, anche nella versione più casual. 

Come degna conclusione, la sfilata è terminata scendendo dalla scalinata di Trinità dei Monti; la passerella conduce a casa, lì dove tutto è iniziato e dove ancora continuerà: l’atelier di Valentino.

E voi cosa ne pensate delle tendenze Autunno/Inverno 2022-2023 portate in passerella da Valentino? Scegliereste mai di aggiungere al vostro armadio le proposte fatte dal direttore creativo Pierpaolo Piccoli?

 

 

 

Fonti:
https://www.elle.com/it/moda/tendenze/a40560276/vestiti-autunno-inverno-2022-2023-valentino-haute-couture/
https://www.ansa.it/canale_lifestyle/notizie/moda/2022/07/09/valentino-a-piazza-di-spagna-la-sfilata-una-passarella-da-urlo-e-tante-star-/speciale_e1f098f1-241a-43d6-9789-4ead13432643.html