I CAPPOTTI : EVERGREEN DELL'AUTUNNO

Ottobre è arrivato; con lui anche i primi freddi.
Quelle temperature frizzanti e il cielo grigio ci accompagnano ormai quasi tutti i giorni, rendendoci molto difficile il risveglio e la voglia di affrontare le giornate al di fuori del nostro salotto di casa, il nostro locus amoenus.

Tuttavia signori e signore, dopo praticamente due anni di chiusure e costrizioni casalinghe, in cui la massima emozione era cambiare tipo di tuta da indossare o sfornare il pane fatto in casa, non possiamo certo farci spaventare da un po’ di freddo!

Certo non è un’opzione indossare come mantello la coperta con cui ci infagottiamo sul divano la Domenica pomeriggio, ma allora come trovare il coraggio di uscire?

Carissimi, la risposta è molto semplice.. sbizzarriamoci con i CAPPOTTI!

In questa stagione sono loro i re, ci tengono al caldo, ci rendono eleganti e con un certo stile, adatti a tutte le occasioni.

Ma qual è la loro storia?  Sapete come sono arrivati fino ai nostri giorni?
Facciamo un piccolo salto indietro;

- Francia XVIII secolo: nelle corti francesi compaiono i primi antenati del cappotto, le marsine.
Soprabiti lunghi e affusolati che facevano parte del completo maschile.

-In Inghilterra nasce invece il riding- coat, senza decorazioni, diffusosi in tutta Europa come Redingote, tratto distintivo dei gentleman.

Con il passare del tempo si affermarono sempre più stili e modelli differenti : dal Reglan al Chesterfield, passando poi per il Brooks Brothers in america fino ad arrivare al famoso modello Montgomery.

Ovviamente si è poi arrivati anche alla versione femminile del cappotto, lasciando spazio ad uno stile classico e confortevole anche per noi donne.

-1804-1874 : nasce la Doglietta, realizzato in seta e dotato di un’imbottitura, solitamente di pelliccia, per proteggersi dal freddo.

Dal 1900 il cappotto vide svariate evoluzioni, passando attraverso gli anni delle spalle imbottite alle linee più squadrate.

Il successo lo raggiunse con Christian Dior negli anni ’50, poiché lo rese un must have nel guardaroba di ogni donna.
Non meno importante Anna Maria Beretta negli anni ’80 diede vita al modello più evergreen di sempre: ampio, alla lunghezza del polpaccio, in un color cammello, il cui taglio comodo lo rende adatto a tutte le figure, nonché a tutte le occasioni.

Come abbiamo dunque visto il cappotto non ha né genere né tempo; in autunno che tu sia uomo o donna non puoi fare a meno di questo meraviglioso capo d’abbigliamento.

Di seguito ti lascio alcuni esempi che troverete disponibili e in sconto su lalselection.com

                       


                                           


Tutti acquistabili ai seguenti link: 
Only Donna : https://www.lalselection.com/products/228924
Max&co donna cammello : https://www.lalselection.com/products/229148
Patrizia Pepe Donna : https://www.lalselection.com/products/229144
Diesel uomo: https://www.lalselection.com/products/229495
Antony Morato uomo : https://www.lalselection.com/products/187512


Non lasciatevi sfuggire queste offerte per il vostro Autunno! Vi avvolgeranno caldi per affrontare le vostre giornate! Correte a visitare lalselection.com, tanti capi in sconto vi aspettano.

 





Fonti: 
https://www.piacenzacashmere.com/blogs/notizie/levoluzione-del-cappotto-secoli-di-storia-di-un-capo-evergreen